La Villa fu costruita dalla famiglia Diodati tra la fine del ‘400 e l’inizio del ‘500; passò poi ai Cittadella che ne eseguirono il restauro di meta’ ‘800 trasformando l’aspetto della costruzione da rinascimentale a neoclassico; nel 1868 fu acquisita dai Grabau, di origini tedesche, che ancora oggi ne sono proprietari. Nelle sale si ammirano affreschi neoclassici, arredi d’epoca,ed una cappellina che conserva gli affreschi originali del ‘600/’700. La vista sul parco dalle sale interne e’ resa affascinante dal sapiente gioco di prospettive e simmetrie.
Nel parco troviamo la limonaia del 1640, una splendida e imponente costruzione perfettamente conservata che accoglie ogni inverno le piante di limoni che li’ dimorano fino a primavera; il Teatrino di Verzura che puo’ ospitare cerimonie nuziali; il grande giardino all’inglese dell’800 con piante provenienti da tutto il mondo e rarita’, quali il quercus audleyensis e la michelia figo; il giardino all’italiana che accoglie una bella collezione di limoni in vasi antichi.