La Villa che risale al XVI è nata come residenza estiva di ricchi mercanti lucchesi e sia essa che il giardino sono rimasti gli stessi dal 1786, quali furono descritti in un documento della proprietà.

La Villa e la fattoria rappresentano uno stile di vita in villa ancora connesso con le attività agricole che le permettevano la sopravvivenza autonoma. Vi si produceva tutto il necessario eccetto il sale. C’era anche un forno nel quale venivano cotti i prodotti di terracotta quali i tegoli, la fontana e le scale del giardino.

La Famiglia Maionchi possiede la Villa da cinque generazioni ed ha abitato in essa fino a pochi anni fa.

Il giardino è un esempio tipico di “giardino all’italiana” con forme geometriche e simmetriche, inizialmente ornato solo da alberi e piante verdi ma arricchitosi successivamente di piante da fiore  e da frutto.