Monumento Nazionale.

La Villa rinascimentale con il giardino “ad orto”, costruita per i Marchesi  Buonvisi, fu trasformata nell’attuale sontuoso Palazzo con il Giardino - Teatro di Flora dal Marchese Nicolao Santini, ambasciatore della Repubblica di Lucca alla corte del Re Sole (Louis XIV). Acquistata nel 1636, decise di farne “la Sua Vesailles” consigliato da Andrée Lenotre per le grandi fontane e costruendo il “Borgo Parigi”.

La teatrale facciata ornata di statue annuncia la ricchezza dello stile interno, con affreschi (di P. Scorzini e V. Dandini), collezioni ed arredi ancora originali, essendo gli attuali proprietari discendenti diretti del Marchese Santini.

Un imponente viale di cipressi esalta l’arrivo e nel Parco antiche Camelie e rare specie botaniche, inserite da Vittoria Santini Torrigiani (XIX°), hanno raggiunto notevoli dimensioni dando al giardino un aspetto più  Romantico

Luogo di cultura ed incontri, ha ospitato tra gli altri i Presidenti francesi George Pompidu e Giscard d’Estaing, la Regina Madre d’Inghilterra Elisabetta I, che ha piantato un albero, il Primo Ministro canadese Jean Chrétien, in visita privata durante il G8 a Genova. Nel teatrino cantò Maria Malibran e più recentemente Cecilia Bartoli, in visita privata.

La Villa fu aperta alle visite dalla Principessa Simonetta Colonna di Stigliano, nata Marchesa Torrigiani, pur continuando ad essere abitata dalla famiglia.