Bastioni, torri, feritoie, camminamenti, portoni, caditoie. Tra il XIII e la metà del XVI secolo la Rocca del Cerruglio, questo l’antico nome, ha vissuto battaglie e testimoniato il passaggio di personaggi come Castruccio Castracani e Giovanni e Carlo IV di Boemia. Ma le alte mura della fortezza racchiudono anche un giardino all’italiana, piante di arancio e limoni, rose antiche, acanto. Un viaggio nel passato militare di una rocca, diventata nel XVIII secolo una dimora signorile e costantemente restaurata con cura e passione.